Coinvolgimenti cardiaci nella miopatia GNE

Link all’articolo
Pur essendo una patologia conosciuta per gli effetti sui muscoli scheletrici, dopo un attenta valutazione delle attività cardiache in topi murino affetti da miopatia ereditaria a corpi inclusi, la ricerca ha dimostrato la presenza di vacuoli cerchiati e disorganizzazione delle miofibrille cardiache. L’elettrocardiogramma ha evidenziato elementi che indicano una diminuzione della funzionalità cardiaca. Questi dati sono stati confermati anche da risonanza magnetica funzionale sul modello murino. E ‘importante che i medici siano consapevoli della possibile insorgenza di malattia cardiaca in pazienti affetti da “miopatia GNE”, in modo da effettuare periodicamente un attento esame della funzione cardiaca, in modo da poterla gestire al meglio.